Iscriviti alla Newsletter

home » community » concorsi »

Una storia per la Vita 2013

Una storia per la Vita 2013

Anche quest’anno Cogito et Volo coglie l’occasione della recente Giornata per la Vita, che si è svolta lo scorso 3 febbraio 2013,  per lanciare la quinta edizione del concorso Una storia per la vita”.
Il concorso è patrocinato dal Movimento per la Vita Italiano. Il tema da sviluppare deve prendere spunto dal titolo della 35ª giornata nazionale per la vita: “Generare la vita vince la crisi”.

Indicazioni per la partecipazione
La partecipazione al concorso è gratuita. Possono partecipare al concorso giovani che alla data di scadenza del bando non hanno ancora compiuto 30 anni.Ogni concorrente dovrà presentare un racconto, un articolo o un saggio. Il componimento deve essere scritto in word, avere un numero di caratteri (spazi inclusi) compreso tra 6.000 e 8.000. Il titolo e il contenuto dell’elaborato sono liberi ma il tema da sviluppare dovrà necessariamente prendere spunto dal titolo della 35ª giornata nazionale per la vita: “Generare la vita vince la crisi “. Potrà anche essere utilizzato come spunto il manifesto preparato in occasione della 35ª giornata per la vita e riportato alla fine di questo bando.Tutti gli elaborati devono essere inviati all’indirizzo info@cogitoetvolo.it entro e non oltre lunedì 25 marzo 2013. Alla mail deve essere allegato un documento di identità del partecipante, a cui verrà data conferma di avvenuta ricezione da parte della Direzione.

Valutazione, premi e pubblicazione
Una apposita Giuria valuterà, in forma anonima, tutti gli elaborati in gara.
I primi due classificati vinceranno la partecipazione gratuita al Life Happening “Vittoria Quarenghi” estivo dei giovani del Movimento per la Vita. Si tratta di una settimana nella quale oltre 200 giovani provenienti da tutte le regioni d’Italia si ritroveranno insieme per confrontarsi, discutere e formarsi, con relatori di alto prestigio, sui temi inerenti la difesa della vita umana. Sarà una settimana di formazione, confronto, condivisione e vacanza. Le spese di viaggio e di permanenza sono a carico del Movimento per la Vita.
Il primo classificato vincerà anche il dvd del film “October Baby”, ispirato alla storia vera di Gianna Jessen, sopravvissuta all’aborto salino.
Tutti gli elaborati devono essere di proprietà di chi li invia e non possono essere già risultati vincitori in altri concorsi, nè già pubblicati, pena l’esclusione dal concorso. Il giudizio della Giuria è insindacabile e nessuna spiegazione verrà data sulle valutazioni assegnate.

Premi ulteriori
I primi cinque elaborati vinceranno  la sacca di Cogito et Volo e un libro a scelta tra quelli indicati sotto; inoltre saranno pubblicati sul sito Cogitoetvolo.

   

 

 

Possibili spunti per gli elaborati

“In città la gente gira a testa bassa – confidavano ancora i due – nessuno ha più fiducia di nessuno, manca la speranza”.
Non ne è forse segno la grave difficoltà nel fare famiglia, a causa di condizioni di precarietà che influenzano la visione della vita e i rapporti interpersonali, suscitano inquietudine e portano a rimandare le scelte definitive e, quindi, la trasmissione della vita all’interno della coppia coniugale e della famiglia?

La crisi del lavoro aggrava così la crisi della natalità e accresce il preoccupante squilibrio demografico che sta toccando il nostro Paese: il progressivo invecchiamento della popolazione priva la società dell’insostituibile patrimonio che i figli rappresentano…”

 “Il momento che stiamo vivendo pone domande serie sullo stile di vita e sulla gerarchia di valori che emerge nella cultura diffusa. Abbiamo bisogno di riconfermare il valore fondamentale della vita, di riscoprire e tutelare le primarie relazioni tra le persone, in particolare quelle familiari, che hanno nella dinamica del dono il loro carattere peculiare e insostituibile per la crescita della persona e lo sviluppo della società. (…)
Troviamo traccia di tale amore vivificante sia nel contesto quotidiano che nelle situazioni straordinarie di bisogno, come accaduto anche in occasione del terremoto che ha colpito le regioni del Nord Italia. (…)In questa, come in tante altre circostanze, si riconferma il valore della persona e della vita umana, intangibile fin dal concepimento; il primato della persona, infatti, non è stato avvilito dalla crisi e dalla stretta economica. Al contrario, la fattiva solidarietà manifestata da tanti volontari ha mostrato una forza inimmaginabile. 
Tutto questo ci sprona a promuovere una cultura della vita accogliente e solidale.”

“ La disponibilità a generare, ancora ben presente nella nostra cultura e nei giovani, è tutt’uno con la possibilità di crescita e di sviluppo: non si esce da questa fase critica generando meno figli o peggio ancora soffocando la vita con l’aborto, bensì facendo forza sulla verità della persona umana, sulla logica della gratuità e sul dono grande e unico del trasmettere la vita, proprio in un una situazione di crisi.
Donare e generare la vita significa scegliere la via di un futuro sostenibile per un’Italia che si rinnova”

Dal manifesto della XXXV Giornata per la Vita (3 febbraio 2013)

 

Il concorso “Una storia per la vita” è patrocinato dal Movimento per la vita italiano.

logompv

 

 

 


La pubblicità serve a coprire i costi del sito. Il contenuto non è deciso da noi. Segnalaci eventuali banner indesiderati o incoerenti con le finalità del sito.